Un gruppo di miliziani ha bloccato con durezza una marcia di protesta inscenata da una quarantina di donne
Un gruppo di miliziani ha bloccato con durezza una marcia di protesta inscenata da una quarantina di donne (archivio reuters)

Kabul, repressa la protesta delle donne

I talebani hanno esploso colpi in aria per disperdere una manifestazione femminile per il diritto al lavoro e all'istruzione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Miliziani talebani hanno esploso colpi in aria a Kabul oggi, sabato, per disperdere una manifestazione di donne che rivendicavano il diritto al lavoro e all'istruzione.

È quanto hanno riferito giornalisti dell'agenzia France Presse, presenti sul posto. Una quarantina di donne, che intonavano lo slogan "Pane, lavoro e libertà" avevano inscenato un corteo di protesta di fronte alla sede del ministero dell'istruzione. Un gruppo di talebani è quindi intervenuto, pochi minuti dopo l'inizio della marcia, sparando in aria e bloccando la dimostrazione.

Le manifestanti portavano uno striscione con la scritta "Il 15 agosto è un giorno nero", con riferimento alla data della presa di Kabul, lo scorso anno, da parte dei talebani.

 
AFP/ARi
Condividi