L'Everest dei record

I campi base della vetta più alta del mondo hanno riaperto e nel solo mese di maggio sono stati battuti almeno cinque primati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La cima dell'Everest (8'848 metri slm), la montagna più alta del mondo, è obbiettivo ambito di molti alpinisti e cacciatori di record. Molti i primati superati nel solo mese di maggio, dopo la riapertura dei campi base chiusi per un anno a causa della pandemia.

Tsang Yin Hung, ex insegnante 45enne di Hong Kong, ha stabilito il record di velocità femminile: 25 ore e 50 minuti partendo dal campo base. Arthur Muir, 75 anni, è diventato il più anziano staunitense a scalare la montagna, mentre il 46enne cinese Zhang Hong è il primo cieco asiatico a completare l'impresa.

L'alpinista nepalese Kami Rita Sherpa ha poi raggiunto la cima per la 25esima volta. Infine, Shehroze Kashif, detto "The Broad Boy", ha raggiunto la vetta a soli 19 anni, diventando il più giovane pakistano a scalare la montagna.

ATS/AFP/Bleff
Condividi