Centinaia di persone sono scese in piazza a protestare (Keystone)

La guerra dei nastri gialli

Aggressioni e scontri verbali tra chi mette e chi toglie i lacci simbolo degli indipendentisti attaccati nei luoghi pubblici della Catalogna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Centinaia di persone sono scese mercoledì in piazza a Barcellona in una manifestazione di appoggio a una donna aggredita sabato scorso mentre toglieva i nastri gialli legati in città dagli indipendentisti catalani per rivendicare la liberazione dei leader politici in prigione per l'organizzazione del referendum del primo ottobre scorso.

Simbolo degli indipendentisti catalani
Simbolo degli indipendentisti catalani (Keystone)

Durante la protesta un cameraman di Telemadrid, scambiato per un operatore della televisione catalana TV3, è stato preso a pugni perché vestiva di giallo. Un incidente che si somma alle aggressioni e agli scontri verbali avvenuti tra coloro che mettevano o toglievano i lacci indipendentisti che sono diventati il simbolo per stabilire a chi appartiene lo spazio pubblico.

RG/Nad
Condividi