La prima "privata" della NASA

L'azienda di Elon Musk, la SpaceX, lancerà due astronauti della NASA dalla Florida dopo 9 anni - L'obiettivo è la Stazione spaziale internazionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A quasi dieci anni dall'ultima volta, un equipaggio tornerà a decollare verso lo spazio dal suolo americano. Mercoledì 27 maggio l'azienda SpaceX lancerà infatti due astronauti della NASA verso la Stazione spaziale internazionale partendo dal Kennedy Space Center in Florida.

La missione Demo-2 metterà fine alla dipendenza statunitense dalla Russia che dura dal 2011, anno in cui andarono in pensione gli Space Shuttle. In questo periodo la NASA ha infatti dovuto utilizzare a caro prezzo le Soyuz russe lanciate da Baikonur in Kazakistan per far decollare i propri astronauti.

Ma si tratta di un passo storico anche perché il razzo Falcon-9 (che da anni viene usato per i voli di rifornimento) e la capsula Crew Dragon sono prodotti da un'azienda privata, di proprietà dell'imprenditore Elon Musk.

L'equipaggio sarà composto da Bob Behnken e Doug Hurley. Proprio quest'ultimo faceva parte dell'ultima spedizione partita e rientrata su suolo americano 9 anni fa: "È un momento incredibile per la NASA e per il programma spaziale. È estremamente gratificante poter far parte di questo nuovo lancio".

La nuova missione spaziale USA

La nuova missione spaziale USA

TG 20 di mercoledì 27.05.2020

 
buzellig
Condividi