La protesta va in 3D

Alcuni manifestanti hanno inventato un gioco che simula le proteste che da sei mesi stanno andando in scena ad Hong Kong

Un gioco in realtà virtuale è stato sviluppato da un team di sviluppatori e sostenitori delle manifestazioni a Hong Kong.

L'obiettivo è di non essere arrestati dalla polizia o essere colpiti da un proiettile.  “È un mix tra esperienze personali e fonti video nei media. Spiega una sviluppatrice il gioco si basa anche su chi ha vissuto queste situazioni in prima persona. “Speriamo- conclude – che possa far riflettere chi ha visto solo queste scene i televisione”.

"Liberate Hong Kong" è attualmente disponibile su piattaforme online per videogiochi indipendenti. Finora ha registrato oltre 130 mila visualizzazioni e circa 4000 download.

EBU/Mattia Pacella

Condividi