Un momento del fallito colpo di Stato del 2016

L'epurazione continua in Turchia

Le autorità di Ankara hanno condannato all'ergastolo oltre 150 persone, perché responsabili nel fallito colpo di Stato del 2016

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un tribunale turco ha condannato giovedì all’ergastolo oltre 150 persone poiché coinvolte nel fallito colpo di Stato del 15 luglio 2016. Tra le persone che dovranno scontare una pena esemplare figurano diversi alti ufficiali delle forze armate, ritenuti responsabili del “tentativo di rovesciamento dell’ordine costituzionale, assassinio e tentativo di assassinio” di Recep Tayyip Erdogan. Tra gli imputati colpevoli pure Ali Yazici, ex consigliere militare del presidente turco.

Quello concluso è ritenuto da più parti "il processo di maggior spicco", tra i numerosi già avviati finora. Si calcola che le condanne emesse fino ad oggi siano più di 3'000, per la maggior parte legate a figure vicine, o ritenute tali, alla rete di Fethullah Gulen, il magnate e imam in autoesilio negli Stati Uniti, che Ankara ritiene la mente del progetto golpista.

Condividi