A confronto in Tunisia, in prima linea, il partito islamico Ennhadha e il modernista Nidaa Tounes
A confronto in Tunisia, in prima linea, il partito islamico Ennhadha e il modernista Nidaa Tounes (keystone)

Libano e Tunisia alle urne

Il primo vota per il Parlamento, nel secondo si tengono le elezioni comunali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una domenica come non se ne vedevano da anni in Libano e in Tunisia, rispettivamente da 9 e da 7: nel paese confinante con la Siria si vota per il Parlamento, mentre nello Stato del Nordafrica hanno luogo le elezioni comunali.

La stabilità del Libano è minacciata dalla crisi economica e dall'invasione di profughi siriani. In pochi pensano che il nuovo Governo possa sciogliere questi nodi. Dovrebbe infatti essere confermato un Esecutivo di unità nazionale di cui entrambi i principali schieramenti rivali - il raggruppamento filo-saudita del premier Saad Hariri e il binomio sciita Amal-Hezbollah - faranno parte. Alla guida è favorito ancora Hariri.

Il Parlamento libanese sarà formato da 128 deputati
Il Parlamento libanese sarà formato da 128 deputati (keystone)

I cittadini tunisini sono invece confrontati con le prime elezioni municipali dopo la caduta del presidente Zine Ben Ali nel 2011. I principali partiti del paese, l'islamista Ennhadha e la formazione laica Nidaa Tounes, cooperano all'interno di un Governo di unità e i loro candidati dovrebbero dominare lo scrutinio. Molti elettori vedono in queste amministrative un modo di migliorare i servizi pubblici e la vita quotidiana.

ATS/CaL

Libano, elezioni dopo 9 anni

Libano, elezioni dopo 9 anni

TG 20 di domenica 06.05.2018

Voto cruciale in Tunisia

Voto cruciale in Tunisia

TG 12:30 di domenica 06.05.2018

Libano al voto

Libano al voto

TG 12:30 di domenica 06.05.2018

 
Condividi