La conferenza stampa delle autorità. Secondo da destra il sindaco Eric Garcetti.
La conferenza stampa delle autorità. Secondo da destra il sindaco Eric Garcetti. (keystone)

Los Angeles, falso allarme

Le scuole della contea, chiuse per il timore di un attentato, riapriranno mercoledì

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Falso allarme bomba a Los Angeles. Riapriranno oggi (mercoledì) le scuole pubbliche della contea, chiuse martedì dopo le minacce ricevute via email dalle autorità in merito ad un possibile attacco terroristico.  

Eric Garcetti, sindaco della seconda città più popolosa degli Stati Uniti, ha dichiarato: “Dopo aver ispezionato 1'531 istituti sull’arco di 12 ore, l’FBI ha giudicato non credibile la minaccia di un attentato, ma non avremmo potuto affermarlo prima”.

Oltre mille scuole sono rimaste chiuse e 640'000 tra alunni e studenti liceali rimasti a casa; una decisione – ha ammesso lo stesso Garcetti – presa per eccesso di prudenza in seguito alla strage di San Bernardino, a neanche un’ora da Los Angeles, dove un coppia di musulmani radicalizzati ha ucciso 14 persone a colpi di arma da fuoco.

Anche New York, ieri, ha ricevuto minacce simili, ma le autorità le hanno subito giudicate inattendibili. Secondo i media statunitensi, l’indirizzo IP collegato al mittente dell’email contente le minacce è stato localizzato a Francoforte, in Germania.

AFP/ludoC

Condividi