Volendo concretizzare la Brexit il 31 ottobre Boris Johnson coinvolgerà la Regina Elisabetta II (Reuters)

L'ultimo colpo di mano di Johnson

Il premier britannico vuole chiedere alla Regina Elisabetta II di sospendere il Parlamento per impedire che blocchi una Brexit senza accordi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo britannico chiederà alla Regina di sospendere il Parlamento pochi giorni dopo il rientro dei deputati dalla pausa estiva e solo qualche settimana prima della scadenza della Brexit il 31 ottobre: lo riporta mercoledì la BBC, stando alla quale la nuova amministrazione di Boris Johnson punta a far tenere un discorso della Regina il 14 ottobre in cui la monarca presenterebbe i futuri piani governativi. Questo significa anche che difficilmente i parlamentari avrebbero tempo a sufficienza per bloccare un “no deal” voluto dal premier.

La notizia ovviamente ha scatenato dure reazioni dalle opposizioni. leader laburista Jeremy Corbyn ha detto di essere “inorridito dalla sconsideratezza del Governo Johnson, che parla di sovranità e che tuttavia sta cercando di sospendere il Parlamento per evitare l'esame dei suoi piani per una spericolata Brexit senza accordo. Questo è un oltraggio e una minaccia per la nostra democrazia”.

Dal canto suo il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha twittato: “Sembra che Boris Johnson stia per chiudere il Parlamento e imporre una Brexit senza accordo. A meno che i parlamentari si uniscano per fermarlo, la prossima settimana, oggi verrà ricordato come un giorno nero per la democrazia britannica”.

Le fa eco il premier per il Galles, Mark Drakeford, il quale ha rinnovato la sua richiesta per un secondo referendum sulla Brexit: "Boris Johnson ha combattuto una campagna referendaria per rimettere il potere nelle mani del Parlamento e ora vuole che la Regina chiuda le porte della nostra democrazia. Le intenzioni della campagna del “Leave” si stanno svelando. È tempo di rimettere la questione al popolo”, ha scritto Drakeford su Twitter.

 

L'annuncio indebolisce la sterlina

Si svaluta la sterlina britannica dopo l'annuncio che il Governo di Londra chiederà alla Regina Elisabetta II di bloccare il Parlamento per impedire il dibattito sull'uscita del Regno Unito dall'Unione europea senza un’intesa. La moneta inglese cedeva oltre l'1% a 1,22 dollari e a 1,1 euro.

 
ATS/AFP/Reuters/EnCa
Condividi