Disagi nei pressi del Lago di Como (Keystone)

Maltempo, ingenti danni nel Comasco

Non ci sono feriti, ma alcuni paesi sono stati isolati a causa delle forti precipitazioni che nelle ultime ore hanno colpito la zona

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Frane e paesi isolati nel Comasco lungo la Statale Regina che costeggia il lago, che resterà chiusa per due giorni a causa della forte ondata di maltempo che ha colpito l'intera area nelle ultime 24 ore. Le violente piogge che si sono abbattute sulla regione hanno causato molti disagi alla popolazione ma, per fortuna, nessun ferito. Una situazione che resta complessa tanto che la polizia locale, dal momento che sono previsti nuovi temporali nelle prossime ore, ha invitato la cittadinanza a non uscire di casa se non strettamente necessario e di non avventurarsi nei luoghi a rischio.

Tutti i torrenti che scendono a picco dalle montagne sopra il lago si sono ingrossati a dismisura e sono esondati invadendo le strade e provocando ingenti danni in tutti i centri abitati. Molte le auto trascinate a valle dalla corrente, cascate di solito invisibili che si sono messe a scaricare acqua e fango con inaudita violenza, strade interrotte in più punti a causa alberi e massi caduti.

A Cernobbio, i vigili del fuoco hanno evacuato due condomini minacciati dall'esondazione del torrente Breggia. Tra Argegno e Colonno, i soccorritori hanno liberato la statale 340 da una frana che ostruiva la circolazione. Colpita da smottamenti anche Laglio, dove in località Torriggia una frana ha danneggiato il parapetto lungo il lago.

"La Regione Lombardia assicurerà le risorse necessarie per il ripristino delle condizioni di sicurezza delle aree interessate - ha commentato l'assessore alla Protezione Civile Pietro Foroni, che ha effettuato oggi un sopralluogo tra Cernobbio e Blevio -. Chiederemo al Governo di istituire lo Stato di emergenza non solo per il Comasco, ma anche per Val Chiavenna, il Comune di Gallarate e alcune zone del basso Mantovano".

 
FD
Condividi