Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Keystone)

Migranti, 29'000 ricollocamenti

Scaduto il piano europeo che doveva sgravare Italia e Grecia di 160'000 persone. In Svizzera 1'175 arrivi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il programma di ricollocamento dei migranti varato dall’Europa per sgravare Italia e Grecia superate dagli arrivi durante la crisi del 2015 è scaduto. Entro il 27 settembre avrebbe dovuto portare gli altri Stati ad accogliere 160’000 persone. In realtà, stando agli ultimi dati disponibili (fonte ec.europa.eu) sono state poco più di 29'000, circa il 18% del previsto. Di queste 1'175 sono arrivate in Svizzera. La Confederazione si è impegnata ad accoglierne 1'500 entro la fine dell’anno.

Dall'Italia, ha reso noto la Segreteria di Stato della migrazione, sono giunti 828 profughi e 347 dalla Grecia. In maggioranza provengono da Siria ed Eritrea, ma anche da Iraq e, in misura minore, dalla Repubblica centrafricana. A fine agosto era stata decisa la sorte di 163 di loro: 16 hanno ricevuto una decisione negativa con espulsione.

Diem/ATS

Condividi