Nel retro del veicolo erano deceduti di caldo e per asfissia
Nel retro del veicolo erano deceduti di caldo e per asfissia (keystone)

Migranti morti, condanne in Belgio

Alla sbarra i membri dell'organizzazione sgominata dopo il ritrovamento di 39 cadaveri in un camion nel Regno Unito nel 2019

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un vietnamita di 45 anni è stato condannato oggi, mercoledì, in Belgio a 15 anni di carcere per aver avuto un ruolo preponderante nel traffico di migranti che portò al decesso di 39 suoi compatrioti, trovati morti nel container di un camion il 23 ottobre del 2019 a est di Londra.

 

Vo Van Hong - secondo gli inquirenti belgi - era il capo dell'organizzazione che agiva da Bruxelles, dove almeno 15 delle vittime erano transitate. La rete criminale disponeva di due nascondigli nel comune di Anderlecht. Sono state identificate 115 persone aiutate dal gruppo ad entrare clandestinamente nel Regno Unito fra il 2018 e la data dell'arresto, nel maggio del 2020.

Il dramma dell'immigrazione di Grays è fra i più sconvolgenti degli ultimi anni: i 31 uomini e 8 donne erano deceduti per asfissia e di caldo durante il trasporto dal porto di Zeebrugge. Oltre a Vo Van Hong alla sbarra comparivano altri 22 imputati, condannati a pene comprese fra uno e 10 anni di detenzione.

GB, orrore nell'Essex

GB, orrore nell'Essex

TG 20 di mercoledì 23.10.2019

 
Condividi