La nave recuperata
La nave recuperata (ANSA)

Morirono in 800, condannati

Tragedia nel Mediterraneo dell'aprile 2015: 18 anni di reclusione per il capitano del barcone e cinque per il suo mozzo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Diciotto anni di reclusione per il capitano (tunisino 27enne)  e cinque per il suo mozzo (25enne siriano). Questa la sentenza emessa martedì pomeriggio nell’udienza preliminare di Catania nei confronti dei due uomini accusati di essere i responsabili del naufragio avvenuto il 18 aprile del 2015.

Nell’incidente al largo della costa della Libia morirono oltre 800 migranti. Solo in 28 riuscirono a sopravvivere. Entrambi sono stati condannati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il primo è stato ritenuto colpevole pure di omicidio colposo plurimo e naufragio.

ANSA/AlesS

Dal TG20:

18 anni allo scafista assassino

18 anni allo scafista assassino

TG 20 di martedì 13.12.2016

 

Da rileggere:

Il nostro dossier: Le vie dei migranti

Condividi