Alfredino Rampi
Alfredino Rampi (RSI)

Morto il fratello di Alfredino

Riccardo Rampi stroncato da un infarto. All’epoca della tragedia nel pozzo artesiano di Vermicino aveva due anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La tragica vicenda che nel 1981 ebbe quale protagonista Alfredino Rampi, il bambino caduto in un pozzo artesiano a Vermicino che i soccorsi non riuscirono a salvare, è tornata prepotentemente alla ribalta a causa di un altro lutto che ha colpito la famiglia. Il fratello minore di Alfredino, Riccardo, è deceduto sabato stroncato da un infarto durante una festa di addio al celibato in una discoteca di Roma. Aveva 36 anni.

Uno dei vani tentativi di calarsi nel pozzo per salvare il bambino
Uno dei vani tentativi di calarsi nel pozzo per salvare il bambino (RSI)

La notizia è stata riportata mercoledì dal Messaggero, il quotidiano romano che con la RAI, nonché numerosi altri media europei, seguì minuto per minuto la vicenda di Alfredino. Il bambino di 6 anni cadde in un pozzo artesiano incastrandosi a una profondità di 30 metri.

 

Morì nelle viscere della terra dopo tre giorni di vani sforzi per raggiungerlo da parte di vigili del fuoco, speleologi e volontari.

Il caos che regnava attorno al pozzo artesiano
Il caos che regnava attorno al pozzo artesiano (RSI)

La tragedia ebbe notevole eco (la televisione pubblica italiana propose anche una diretta non stop di 18 ore) e suscitò notevoli discussioni a causa dell’inadeguatezza e dell'inefficacia dei soccorsi. Le trivellazioni fecero anche scivolare il povero bambino di altri 30 metri.

 

Diem

Condividi