Gli sfollati dall'inizio degli scontri sarebbero 20'000 (Keystone)

Nuove vittime a Tripoli

Colpito un quartiere residenziale, ma le forze di Haftar negano ogni addebito

E' cessato, secondo testimoni citati dall'agenzia italiana ANSA, il lancio notturno di missili Grad su Abu Slim, quartiere a ridosso del centro di Tripoli. Il bilancio provvisorio del bombardamento è di sette morti e 35 feriti, diversi dei quali versano in gravi condizioni.

Le forze di Haftar, indiziate numero uno dell’accaduto, negano qualsiasi addebito e attribuiscono a "milizie terroriste" ogni responsabilità. Lo si legge in un comunicato dell’Lna, l’esercito nazionale libico.

Intanto, secondo l'Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari è salito a circa 20'000 il numero degli sfollati dall'inizio degli scontri armati nella capitale e nei suoi dintorni. Già quasi 200 sono invece le persone rimaste uccise, tra cui una sessantina di minorenni, e nove centinaia quelle trasportate in ospedale.

ANSA/FD/dg
Condividi