L'azione dell'esercito turco mira ad attaccare i miliziani curdi distruggendo i loro rifugi armati (Reuters)

Offensiva turca contro il PKK

I soldati di Ankara hanno attaccato alcune basi curde nel nord dell'Iraq per distruggere i rifugi dei ribelli e postazioni armate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le forze armate turche hanno lanciato un'operazione militare di terra con il supporto di elicotteri da combattimento contro varie basi del PKK curdo nel nord dell’Iraq, nella regione di Hakurk. Lo ha comunicato martedì il Ministero della difesa di Ankara.

L'offensiva, annunciata stamani, è iniziata alle 20.00 locali di lunedì. Secondo le forze armate, fuoco di artiglieria e raid aerei sono stati impiegati per aprire la strada all'intervento dei reparti speciali delle brigate commando, sostenuti da elicotteri per l'attacco al suolo e da droni armati e non armati. L'operazione mira a distruggere rifugi usati dai ribelli curdi come postazioni armate.

La Turchia compie in modo regolare raid aerei contro le roccaforti del PKK nel settentrione iracheno, ma - almeno ufficialmente - le operazioni non coinvolgono ordinariamente anche militari sul terreno.

ATS/AFP/Reuters/EnCa
Condividi