La prima foto al mondo è stata realizzata nell'area di ricerca di Medicina Multimodale del Bambino Gesù di Roma
La prima foto al mondo è stata realizzata nell'area di ricerca di Medicina Multimodale del Bambino Gesù di Roma (ANSA)

Omicron, un caso in Italia

L’uomo, residente in Campania, aveva fatto un viaggio in Mozambico; Boris Johnson: test molecolare per entrare nel Regno Unito

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Italia è stata identificata una sequenza riconducibile alla variante Omicron in un uomo che vive in Campania e che aveva fatto un viaggio in Mozambico. Sarebbe in buona salute, così come i suoi familiari. Secondo fonti qualificate della sanità campana, si era sottoposto a doppia vaccinazione.

Anche la Germania ha segnalato i primi suoi due casi, in Baviera, così come il Regno Unito, dove sono in vista nuove restrizioni.

 

Boris Johnson ha infatti annunciato che per entrare nel paese sarà necessario presentare un test molecolare e sottoporsi a quarantena fino al risultato. Per contrastare la nuova variante di coronavirus emersa in questi giorni, il premier britannico ha pure affermato, nel corso di una conferenza stampa, che sarà introdotto l’obbligo della mascherina nei negozi e sui trasporti pubblici. Le misure verranno poi aggiornate a dipendenza dell’evoluzione della situazione.

Ancor più rigide le misure adottata da Israele, che ha deciso di vietare l'ingresso di stranieri con voli internazionali per le prossime due settimane. Le altre restrizioni decise sono un isolamento di almeno tre giorni per i cittadini israeliani in arrivo dall'estero. Quelli provenienti da paesi in zona rossa dovranno mettersi in quarantena in hotel indicati dalle autorità fino a quando non avranno un risultato negativo del test anti-Covid.

E sul tema Omicron si è mosso sabato anche l’Ufficio federale di sanità pubblica: le persone che entreranno in Svizzera da Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Regno Unito e Malawi dovranno presentare all’imbarco in aereo o al loro arrivo nella Confederazione un test negativo e sottoporsi a una quarantena di 10 giorni.

Perché si chiama Omicron

Dall’inizio della pandemia, ogni variante rilevante è stata nominata con una lettera dell’alfabeto greco. L’Organizzazione mondiale della sanità, avrebbe dovuto chiamare quella appena scoperta con la "Nu", ma secondo un giornalista del Telegraph, l’organizzazione avrebbe deciso di saltare questa lettera perché la sua pronuncia poteva essere confusa con “new”, nuovo. La seconda lettera papabile era “Xi”, ma anche questa non andava bene: identica al cognome del presidente cinese Xi Yinping. Ecco che dopo "Nu" e "Xi" è arrivata Omicron.

La nuova variante e il suo nome

La nuova variante e il suo nome

TG 20 di sabato 27.11.2021

 
ANSA/AFP-AlesS
Condividi