Il cancelliere autriaco Faymann e il presidente del Consiglio europeo Tusk
Il cancelliere autriaco Faymann e il presidente del Consiglio europeo Tusk (keystone)

Sei miliardi alla Turchia

Bruxelles raddoppierebbe l'aiuto finanziario per convincere Ankara a diciplinare i flussi migratori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Unione Europea potrebbe raddoppiare l'aiuto finanziario promesso ad Ankara per la presa a carico dei rifugiati siriani presenti sul territorio nazionale. E' quanto sembra prevedere il progetto di accordo che circolava lunedì pomeriggio a Bruxelles, dov'è in corso un vertice tra le parti incentrato sulla questione migratoria.

Stando al documento di cui riferisce l'agenzia Reuters, tutti i migranti sbarcati clandestinamente in Grecia dopo aver attraversato l'Egeo dovranno tornare in Turchia e da lì essere eventualmente ridistribuiti attraverso un canale ufficiale d'ammissione il cui meccanismo prevede che per ogni profugo respinto dal vecchio continente ne venga accolto uno con i permessi in regola. In cambio, i Ventotto verseranno 6 miliardi di euro invece dei 3 pattuiti in novembre. Inoltre, i turchi potranno varcare i confini comunitari e del cosidetto spazio di Schengen senza aver bisogno di un visto già da fine giugno, in anticipo sul previsto.

Reuters/ATS/dg

Dal TG20:

Da Bruxelles, Tomas Miglierina

Da Bruxelles, Tomas Miglierina

TG 20 di lunedì 07.03.2016

Condividi