Un salvataggio in mare da parte dei volontari che si appoggiano alla Aquarius (sullo sfondo) (keystone)

Sequestrata la nave Aquarius

Le autorità italiane accusano l'organizzazione umanitaria Medici senza frontiere di aver smaltito materiale medicale come rifiuti urbani. MSF: "Accuse strumentali"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'organizzazione umanitaria Medici senza frontiere (MSF) è finita nel mirino delle autorità italiane, che ha fatto scattare il sequestro preventivo della nave Aquarius (utilizzata per salvare i migranti in mare e attualmente nel porto di Marsiglia) e di 460'000 euro.

L'ONG è accusato di aver smaltito materiale medicale (garze e altro) derivante dalle attività di soccorso dei migranti a bordo delle navi Vos Prudence e Aquarius in modo indifferenziato, unitamente ai rifiuti solidi urbani, in occasione di scali tecnici e sbarco dei migranti" in 11 porti italiani.

Il sequestro della Aquarius è stato definito una misura "sproporzionata e strumentale, tesa a criminalizzare per l'ennesima volta l'azione medico-umanitaria in mare", sostiene MSF. "Dopo due anni di indagini giudiziarie, ostacoli burocratici, infamanti e mai confermate accuse di collusione con i trafficanti di uomini - afferma Karline Kleijer, responsabile delle emergenze per MSF - ora veniamo accusati di far parte di un'organizzazione criminale finalizzata al traffico di rifiuti. È l'estremo, inquietante tentativo di fermare a qualunque costo la nostra attività di ricerca e soccorso in mare".

 

E' questo l'ultimo capitolo di una vicenda che vede il ministro dell'interno (e vicepremier) Matteo Salvini opporsi alle attività svolte dalle navi delle organizzazioni umanitarie. La chiusura dei porti italiani a queste ultime, lo ricordiamo, è stata ispirata proprio da Salvini per contrastare l'ingresso nella penisola dei migranti; decisione contestata non solo dalle ONG ma anche da esperti di diritto internazionale "per violazione dei trattati sui diritti umani".

La nave umanitaria Aquarius, gestita da MSF e Sos Mediterranée, si legge in una nota diramata da quest'ultima, dal febbraio 2016 ha salvato 29'500 migranti in oltre 200 operazioni.

ATS/ANSA/M. Ang.

Condividi