Siriani uniti dalla musica

Sono scappati da Aleppo e si sono ritrovati a Istanbul; la storia di 4 artisti - IL REPORTAGE

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chitarra, fisarmonica, qanun e tamburello. Un quartetto affiatato, tutti siriani, tutti di Aleppo. Amici di lunga data, ad unirli è sempre stata la musica. Chi la faceva per passione, chi invece per mestiere, suonando con i migliori artisti della regione. Hanno lasciato la loro amata città in tempi e modi differenti, dopo varie traversie si sono ritrovati tutti a Istanbul, riuniti di nuovo attorno alla musica.

Nelle strade di Istanbul
Nelle strade di Istanbul (RSI/Anna Valenti)

Ora fanno parte dei due milioni di siriani fuggiti in Turchia per colpa della guerra, sono suonatori di strada…il solo lavoro che ora possono fare in Turchia. Li ho incontrati un po’ per caso lungo l’affollato viale Istiklal, punto nevralgico di Piazza Taksim, attirata dalla musica e dalla folla che li circondava. Ho raccolto le loro storie e i loro sogni, che sanno d’Europa.

Anna Valenti

 

Condividi