I detriti fumanti all'interno del deposito di carburante bruciato per una settimana a Cuba
I detriti fumanti all'interno del deposito di carburante bruciato per una settimana a Cuba (Keystone)

Spento totalmente l'incendio a Cuba

I pompieri hanno avuto ragione delle fiamme che hanno devastato per una settimana un grosso deposito di prodotti petroliferi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'incendio che si è scatenato sull'arco di una settimana in un deposito petrolifero nella parte occidentale di Cuba è stato definitivamente spento dai pompieri venerdì sera, ha annunciato venerdì la presidenza cubana. In totale, le fiamme hanno provocato due morti, 14 dispersi e 132 feriti.

Una sessantina di esperti forensi sono entrati intanto nell'area del disastro per cercare di trovare i corpi delle persone scomparse, hanno precisato le autorità, trovando quasi subito i cadaveri di quattro pompieri. L'immenso rogo, causato da un fulmine, è divampato il 5 agosto scorso nel deposito petrolifero di Matanzas, il più grande a Cuba, distante circa cento km dall'Avana. Hanno preso fuoco quattro serbatoi che potevano contenere fino a 52 milioni di litri di greggio o di olio combustibile.

Si prevede che la perdita di milioni di litri di combustibile, strategico per l'alimentazione degli impianti termoelettrici del Paese, aggraverà la già difficile situazione dell'approvvigionamento elettrico dell'isola e influenzerà negativamente la già difficile situazione dei cubani.

Cuba, brucia un deposito petrolifero

Cuba, brucia un deposito petrolifero

TG 12:30 di domenica 07.08.2022

ATS/EnCa
Condividi