Agenti francesi sullo sfondo di Parigi
Agenti francesi sullo sfondo di Parigi (keystone)

Stato d'emergenza per 3 mesi

I deputati francesi prolungano le misure di sicurezza decise dopo gli attentati di Parigi - IL PUNTO

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Via libera al prolungamento di tre mesi dello stato d'emergenza in Francia come conseguenza degli attentati di Parigi del 13 novembre. Lo hanno deciso oggi (giovedì) i deputati francesi approvando l'articolo 1 del progetto di legge adottato mercoledì dal Consiglio dei ministri. Nel pomeriggio, dovranno pronunciarsi sull'insieme del progetto. Tra le varie misure figura, tra l'altro, una norma che consente ai poliziotti di portare la loro arma anche fuori dal servizio e quando non indossano giubbetti antiproiettile.

Le misure speciali di sicurezza erano state applicate a partire da sabato 14 novembre proprio in seguito alla serie di attentati che hanno sconvolto la capitale francese e il sobborgo di Saint-Denis.

"Rischio attacchi chimici"

La giornata di giovedì si è aperta, tra l'altro, con le dichiarazione del primo ministro francese Manuel Valls, che ha avvertito il paese: la Francia potrebbe trovarsi a dover affrontare il rischio di attacchi chimici e batteriologici nella sua battaglia contro i militanti islamici mentre rimane senza conferma la notizia, pubblicata dal Washington Post. Il giornale statunitense sostiene che Abdelhamid Abaaoud, presunta mente degli attentati di Parigi, sarebbe morto nel blitz di Saint-Denis. Anche il quotidiano belga la Dernière heure sostiene non solo la versione della morte di Abaaoud ma anche quella di Salah Abdeslam, l'altro super ricercato.

Perquisizioni e fermi in Belgio. Più controlli in Europa

Intanto le forze speciali belghe stanno conducendo sei raid a Molenbeek e in altre aree di Bruxelles. Le azioni puntano a scovare persone vicine a Bilal Hadfi, uno degli attentatori suicidi nei pressi dello Stade de France mentre, dopo gli attacchi a Parigi, l'UE si blinda. "Gli Stati membri si impegnano ad effettuare i necessari controlli sistematici e coordinati alle frontiere esterne, anche per i cittadini dell'area di libera circolazione", si legge nella bozza di conclusioni del consiglio Affari Interni straordinario di domani (venerdì).

Nuovi allarmi

Il direttore di Europol, Rob Wainright ha dichiarato che altri attacchi terroristici in Europa sono possibili.

REUTERS/M.Ang.

Dal TG20:

Dal T G 12.30:

La Francia con il fiato sospeso

La Francia con il fiato sospeso

TG 12:30 di giovedì 19.11.2015


Sei raid in Belgio

Sei raid in Belgio

TG 12:30 di giovedì 19.11.2015

 

Per saperne di più:

 

Condividi