Si continua a scavare tra le macerie, nella speranza di trovare altri sopravvissuti
Si continua a scavare tra le macerie, nella speranza di trovare altri sopravvissuti (keystone)

Sulawesi, i morti salgono a 73

Il terremoto che ha colpito l’isola indonesiana venerdì ha lasciato migliaia di persone senza casa e provocato centinaia di feriti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È salito a 73 morti il bilancio del violento terremoto che ha scosso venerdì scorso l'isola di Sulawesi, in Indonesia (conosciuta anche come Celebes). Lo riferiscono le autorità locali, mentre si continua a cercare tra le macerie nella speranza di trovare ancora dei sopravvissuti.

Il terremoto di magnitudo 6,2 ha lasciato migliaia di persone senza tetto e ha fatto centinaia di feriti, scatenando il panico tra gli abitanti dell'ovest dell'isola, già devastata nel 2018 da un fortissimo terremoto seguito da un devastante tsunami che provocò 4’300 morti.

Per due giorni decine di corpi senza vita sono stati rimossi dalle macerie di edifici crollati a Mamuju, città di 110'000 abitanti e capitale della provincia, dove si cerca anche una dozzina tra pazienti e personale medico ancora intrappolati in un ospedale crollato. Altre vittime sono state trovate più a sud, dove sabato mattina è stata avvertita una forte scossa di assestamento. Cibo e attrezzature di emergenza sono stati spediti sull'isola in aereo e via mare, e la Marina ha inviato una nave medica per integrare gli ospedali ancora funzionanti, sopraffatti dall'afflusso di feriti.

 
ATS/dielle
Condividi