Donald Trump lunedì alla Casa Bianca
Donald Trump lunedì alla Casa Bianca (keystone)

"Suprematismo bianco da condannare"

Il presidente statunitense Donald Trump torna sui fatti di El Paso e Dayton: "A premere il grilletto sono stati odio e disabilità mentale"

"Si è trattato di crimini contro l’umanità. Gli Stati Uniti devono condannare il razzismo, il settarismo e la supremazia bianca". Sono le parole di Donald Trump, che oggi, lunedì, a Washington, durante una conferenza stampa, è tornato a parlare delle sparatorie che sabato e domenica hanno causato 22 morti a El Paso, in Texas, e 9 a Dayton, in Ohio.

"L’odio non ha posto in America", ha dichiarato il presidente statunitense, aggiungendo però che "a premere il grilletto sono stati odio e disabilità mentale".

 

Sempre secondo Donald Trump, Internet offre una strada pericolosa alle menti radicalizzate e disturbate: i "pericoli" dei social media "non possono essere ignorati". "Dobbiamo dire basta alla celebrazione della violenza nella nostra società. Questo include i raccapriccianti e disgustosi videogiochi", ha aggiunto.

USA, dopo le stragi, la parola a Trump

USA, dopo le stragi, la parola a Trump

TG 12:31 di lunedì 05.08.2019

Rivedere la legge sulle armi?

Dopo questi due ennesimi fatti di sangue, il paese è tornato a interrogarsi sull’eccessivo numero di armi da fuoco in circolazione. Lo stesso Trump, via Twitter, ha rimarcato la necessità di rafforzare il controllo dei precedenti di chi acquista una pistola o un fucile; una nuova legge che, ha aggiunto, dovrebbe però legarsi ad una riforma delle norme sull’immigrazione. Un binomio che i democratici hanno tuttavia bocciato, definendolo "deplorevole".

RG 07.00 del 06.08.2019 Barack Obama contro l'odio, la corrispondenza di Emiliano Bos
RG 07.00 del 06.08.2019 Barack Obama contro l'odio, la corrispondenza di Emiliano Bos
 

El Paso: sparatore rischia la pena di morte

Le autorità continuano nel frattempo a indagare sulla strage di El Paso, trattata come un caso di terrorismo domestico; l’autore, Patrick Crusius rischia la pena di morte ed è sospettato di aver redatto, prima di passare ai fatti, un manifesto anti-ispanico. Manifesto che elogia inoltre l’attentato avvenuto in marzo a Christchurch, in Nuova Zelanda, dove un giovane massacrò 51 persone in due moschee.

 
Usa, due sparatorie in meno di 24 ore

Usa, due sparatorie in meno di 24 ore

TG 12:30 di domenica 04.08.2019

L’autore della sparatoria a Dayton, in Ohio, è invece stato abbattuto dalla polizia, dopo aver aperto il fuoco in centro città, causando 9 morti e 27 feriti. Il movente di questo attacco, tuttavia, non è ancora noto.

Da Washington, Andrea Vosti

Da Washington, Andrea Vosti

TG 20 di lunedì 05.08.2019

 
ANSA/AFP/ludoC
Condividi