La stessa deliberazione sancisce il divieto di dare una donna come scambio per concludere accordi o risolvere dispute
La stessa deliberazione sancisce il divieto di dare una donna come scambio per concludere accordi o risolvere dispute (reuters)

Talebani: matrimonio col consenso delle donne

Lo indica un decreto emesso oggi sui diritti delle afghane; il leader supremo Maulvi Haibtullah invita religiosi e anziani ad applicarlo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il consenso delle donne sarà necessario, in Afghanistan, per poterle sposare. Va in questo senso un nuovo decreto emesso dai talebani oggi, venerdì, sui diritti delle afghane. La stessa deliberazione indica che sarà "vietato dare una donna come scambio per raggiungere un accordo o porre fine ad una disputa".

"Una donna non è una proprietà, ma una persona nobile e libera", si precisa nel decreto.

Il leader supremo Maulvi Haibtullah ha invitato religiosi e anziani delle tribù del Paese ad applicare il decreto. Tra le nuove direttive figura anche "il diritto delle vedove di sposarsi o determinare il proprio futuro", il diritto all'eredità e a una parte fissa del patrimonio di marito, figli, padre e parenti.

Coloro che hanno più di una moglie sono inoltre l'obbligo di riconoscere loro i diritti e di mantenere la giustizia fra le coniugi.

 
Red.MM/ARi
Condividi