La zona colpita dalla frana (ansa)

Tragedia a Casamicciola, bilancio incerto

Il maltempo ha provocato una frana sull'isola d'Ischia, una dozzina di dispersi - Ritrovato il corpo di una donna. Matteo Salvini parla di 8 morti accertati, la prefettura lo smentisce - Popolazione invitata a restare in casa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una frana che ha raggiunto il lungomare si è verificata attorno alle 5.00 del mattino di sabato a Casamicciola Terme, sull'isola d'Ischia. Lo smottamento partito dal Monte Epomeo, alto 780 metri, ha travolto alcune case e anche auto in sosta, trascinando queste ultime in acqua.

Il bilancio è ancora in via di definizione: i soccorritori hanno annunciato nel pomeriggio il ritrovamento di un primo corpo, quello di una donna straniera sposata con un isolano. È stata trovata in Piazza Maio, una delle prime zone esplorate.

In precedenza, dopo che il ministro delle infrastrutture Matteo Salvini aveva parlato di 8 morti accertati, il prefetto di Napoli Claudio Palomba lo aveva  smentito: nessun morto accertato e ancora 12 dispersi . Aveva inoltre annunciato che è stata ritrovata in vita una delle due famiglie (con figlia neonata) di cui non si avevano notizie. Anche il Ministero dell'interno aveva dichiarato poco dopo mezzogiorno che non si contavano ancora decessi. Interrogato in proposito, il responsabile della protezione civile nazionale Fabrizio Curcio aveva inoltre precisato che "non ci sono i nostri numeri e i numeri di altri, ci sono solo i numeri della prefettura per evitare confusione. Le dichiarazioni ufficiali sono quelle del prefetto". Un uomo è stato ricoverato in gravi condizioni.

Un minibus trascinato in mare dallo smottamento
Un minibus trascinato in mare dallo smottamento (ansa)

Palomba ha annunciato intanto l'evacuazione preventiva di una zona vicina a quella della frana, verso un palazzetto dello sport prima di alloggiare gli abitanti in strutture alberghiere. Stando al ministro dell'interno Matteo Piantedosi, gli sfollati sono circa 200. La popolazione è stata invitata dai sindaci a non uscire di casa.

(ansa)

"Dichiarare subito lo stato di calamità"

"Ci stringiamo con grande affetto ai cittadini di Ischia e in particolare di Casamicciola colpiti stanotte da una nuova emergenza. Di fronte a questo nuovo drammatico evento occorre una risposta immediata" ha scritto Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania a nome di tutto il gruppo. Occorre, ha proseguito, "dichiarare immediatamente lo stato di calamità naturale". La richiesta è stata in seguito ribadita anche da altri esponenti politici a livello regionale e nazionale.

Il sostegno dei volontari

Numerosi sono i volontari che stanno giungendo a Casamicciola da tutta la Campania dotati di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata. I vigili del fuoco hanno annunciato l'invio di una settantina di uomini con un elicottero, ma i soccorsi sono complicati dalle condizioni meteo e di mare sfavorevoli.

Il maltempo ha colpito anche la Sardegna

La pioggia ha causato disagi in Sardegna, dove venerdì non ha risparmiato la provincia di Oristano, già colpita nei giorni scorsi da acquazzoni. Il borgo di Bosa è finito sott'acqua a causa di un nubifragio che si è abbattuto sulla cittadina. Ci sono stati allagamenti in diverse zone della città e la corrente elettrica è saltata sia in periferia che nelle campagne circostanti.

A causa di una frana la strada provinciale 49 che da Bosa conduce ad Alghero, è rimasta bloccata al km13 e il sindaco Piero Casula ha imposto il divieto di circolazione in entrambe le direzioni. La carreggiata è stata infatti invasa da grossi detriti di varia natura (come grossi massi) riversatisi a causa delle abbondanti piogge e che hanno reso la stessa impraticabile.

ANSA/Natda
Condividi