Recep Tayyip Erdogan (keystone)

"Tregua non prorogabile"

A poche ore dal vertice con Vladimir Putin sulla Siria a Sochi, il presidente turco inasprisce i toni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Turchia esclude un'estensione dell’attuale tregua per il ritiro dei curdi dal nord della Siria, chiesta da Emmanuel Macron a Vladimir Putin. Lo ha dichiarato martedì Recep Tayyip Erdogan, a poche ore dal vertice di Sochi dove incontrerà il presidente russo.

Non è escluso che a questo summit ne segua anche un altro, al quale potrebbero prendere parte Boris Johnson, lo stesso Macron e Angela Merkel. Sulla questione, infatti, il presidente turco si è mostrato martedì possibilista: “A condizione che si svolga in Turchia”.

Intanto la Germania ha chiesto formalmente la creazione di una zona di sicurezza gestita dalle forze internazionali, nella fascia di confine che Ankara intende controllare per una profondità di una trentina di chilometri e dove i curdi, approfittando della guerra in Siria, hanno costituito un'area autonoma. Stando alla ministra della difesa tedesca, Annegret Kramp-Karrenbauer: “la proposta è stata concordata con la cancelliera e comunicata agli alleati. Verrà presentata al Consiglio dei ministri della difesa della NATO a Bruxelles giovedì”.

ATS/Reuters/bin
Condividi