Trump-Biden, un caos

Primo faccia a faccia in vista delle presidenziali statunitensi del 3 novembre - Hanno prevalso attacchi e provocazioni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un caos: si può sintetizzare in questo modo il primo faccia a faccia tra i due candidati alle presidenziali statunitensi che si è svolto a Cleveland, in Ohio. Non un confronto quello tra Donald Trump e Joe Biden, ma un vero e proprio scontro, tra il repubblicano e il democratico che non hanno perso occasione per provocazioni e attacchi reciproci, parlando uno sopra all’altro.

Uno dei peggiori dibattiti

Notiziario 6.00 del 30.9.2020
Notiziario 6.00 del 30.9.2020
 

Alcuni commentatori affermano che si è trattato di uno dei peggiori, se non il peggiore dibattito, a cui hanno assistito. Moderato dal giornalista di Fox News Chris Wallace, compito non facile visto l’atteggiamento dei due (soprattutto di Trump che si è spesso sovrapposto a Biden), il “duello”, svoltosi a 35 giorni dalle elezioni, ha toccato sei argomenti: la carriera politica dei due, la Corte Suprema, la pandemia, la situazione economica, le proteste e le rivolte per la giustizia sociale e il corretto svolgimento delle presidenziali.

Compito non facile per Wallace
Compito non facile per Wallace (keystone)

Il dibattito, il primo di tre, durato circa 96 minuti e seguito da decine di milioni, è stato scandito da frasi come “sei il peggiore presidente della storia”, “un clown” (Biden a Trump) e “non hai niente di intelligente” (Trump a Biden).

Trump non promette di riconoscere l’esito delle presidenziali

Sui temi affrontati, il 74enne repubblicano si è rifiutato di condannare il suprematismo, affermando che le violenze di piazza sfociate in questi mesi in seguito alle proteste contro i casi di afroamericani uccisi da agenti “è un problema della sinistra e non della destra”. Inoltre, a differenza del suo rivale, non si è impegnato a riconoscere l’esito delle elezioni, rievocando lo spettro dei brogli legati al voto per corrispondenza.

Sul tema coronavirus, il 77enne democratico ha da parte sua accusato Trump di “non aver avuto nessun piano” nell’affrontare la pandemia. Rispondendo poi all’attacco sul figlio Hunter, accusato di aver preso 3,5 milioni di dollari dalla Russia ha risposto: “È delle famiglie degli americani che soffrono che dobbiamo parlare, non della mia". 

 

I prossimi appuntamenti

I prossimi appuntamenti, prima del 3 novembre, sono previsti per il 15 e 22 ottobre a Miami, Florida, e Nashville, Tennessee. Ma prima, il 7 ottobre, ci sarà il confronto tra i due candidati vice, a Salt Lake City, Utah,  il repubblicano Mike Pence e la democratica Kamala Harris.

Per chi si è perso il dibattito

Il dibattito in versione doppiata sarà trasmesso integralmente in streaming a partire dalle 08:30 sul nostro sito e alle 12:30 su RSI La2

Ecco il riassunto del primo dibattito

Ecco il riassunto del primo dibattito

TG 12:30 di mercoledì 30.09.2020

Il commento dagli USA

Il commento dagli USA

TG 12:30 di mercoledì 30.09.2020

Il commento di Massimiliano Herber

Il commento di Massimiliano Herber

TG 20 di mercoledì 30.09.2020

 

AFP/AlesS
Condividi