Dal 26 gennaio basterà un test negativo o una prova di guarigione avvenuta (keystone)

Trump revoca restrizioni per europei

Il bando, che riguarda anche i viaggiatori brasiliani, cadrà il 26 gennaio – Biden ha già annunciato di volerle reintrodurre: “Troppo presto per allentare”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Stop al divieto di ingresso per cittadini stranieri negli Stati Uniti causa coronavirus. In uno dei suoi ultimi atti da presidente, Donald Trump ha eliminato il bando introdotto a marzo dell’anno scorso per chi arriva dall’area Schengen, Gran Bretagna, Irlanda e Brasile, che però rimarrà in vigore per la Cina e per l’Iran.

La revoca sarà effettiva a partire dal 26 gennaio, una settimana dopo la fine del mandato presidenziale. L'amministrazione Biden si è però già detta contraria. Lo rende noto la Casa Bianca.

Il blocco riguardava gli arrivi delle persone che avevano trascorso le precedenti due settimane in gran parte dell’Europa, Svizzera compresa, con l’aggiunta poi anche del Brasile. Al posto di queste regole entrerà in vigore, per tutti gli arrivi negli Stati Uniti, l’obbligo della prova di un test negativo al Covid-19 o la documentazione attestante la guarigione. A chiedere questi nuovi vincoli sono stati gli esperti del Centro federale per la sanità pubblica. Trump ha escluso la Cina e l'Iran per la loro carenza di trasparenza e cooperazione con gli Usa nella lotta alla pandemia.

L’annuncio è particolarmente gradito alle compagnie aeree, secondo le quali l’obbligo del test potrebbe facilitare una ripresa del traffico di passeggeri, crollato del 95% tra le sponde dell’Atlantico negli ultimi mesi.

 

L'amministrazione Biden ha però subito fatto sapere che non toglierà le restrizioni Covid esistenti per i viaggiatori provenienti dall'estero. Lo ha twittato Jen Psaky, futura portavoce della Casa Bianca. "Con il peggioramento della pandemia e l'emergere nel mondo di varianti più contagiose, questo non è il momento di revocare le restrizioni sui viaggi internazionali", ha spiegato.

"Su consiglio del nostro team medico, l'amministrazione non intende togliere queste restrizioni il 26 gennaio. Infatti intendiamo rafforzare le misure di salute pubblica sui viaggi internazionali per mitigare ulteriormente la diffusione del Covid 19", ha aggiunto.

ATS/RG/dielle
Condividi