Poliziotti fuori dal luogo del processo
Poliziotti fuori dal luogo del processo (keystone)

Turchia, ergastoli per il golpe

Decine di persone sono state condannate alla prigione a vita per aver partecipato al fallito colpo di Stato del 15-16 luglio 2016

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un tribunale turco ha condannato giovedì 27 persone all’ergastolo nel corso del processo riguardante il tentato colpo di Stato avvenuto nel 2016. Gli imputati sono stati ritenuti colpevoli di “tentativo di rovesciare l’ordine costituzionale”, “tentativo di assassinare il presidente” Recep Tayyip Erdogan e “omicidio intenzionale”, stando a quanto riferito da un giornalista di AFP.

Si tratta soprattutto di piloti che hanno bombardato diversi punti emblematici della capitale Ankara, come per esempio il Parlamento, e di soldati che hanno diretto il putsch dalla base militare di Akinci. Quattro civili, tra i quali anche l’uomo d’affari Kemal Batmaz, sono stati condannati a 79 anni, “ergastoli aggravati” che comportano condizioni di detenzione più severe. Questi sostituiscono la pena di morte, che la Turchia ha abolito nel 2004.

Sono 475 le persone che sono state processate per il loro coinvolgimento nel mancato colpo di Stato del 15-16 luglio 2016, del quale Erdogan accusa il predicatore Fethullah Gülen di essere l’ideatore. Gülen, che attualmente si trova in esilio negli Stati Uniti, nega la propria implicazione.

Il maxi-processo in Turchia

Il maxi-processo in Turchia

TG di giovedì 26.11.2020

 
afp/mrj
Condividi