Obama in un ristorante messicano a Nashville, dove a dicembre aveva parlato della riforma sull'immigrazione
Obama in un ristorante messicano a Nashville, dove a dicembre aveva parlato della riforma sull'immigrazione (reuters)

USA, muro sull’immigrazione

Il piano di regolarizzazione dei clandestini voluto da Obama sospeso da un giudice federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un giudice federale statunitense ha ordinato la sospensione temporanea del piano di regolarizzazione di milioni di clandestini decretato dal presidente Barack Obama lo scorso novembre. Mercoledì sarebbe cominciata l’accettazione da parte delle autorità delle domande degli immigranti senza documenti arrivati da bambini nel paese.

La misura sarà sospesa fino a che la giustizia non avrà esaminato le denunce presentate dal Texas e da 25 altri Stati (la maggior parte dei quali governati da Repubblicani), che sostengono che l’iniziativa sia illegale.

 

La reazione della Casa Bianca non si è fatta attendere: “La decisione del giudice impedisce a torto a questo piano legale e sensato di entrare in vigore. Il Dipartimento della giustizia farà dunque appello”, ha dichiarato un portavoce.

reuters/afp/ZZ

Condividi