Dipendenti statali protestano contro lo shutdown che ha lasciato 800'000 lavoratori senza stipendio (keystone)

USA verso emergenza nazionale

La CNN: "Trump sta preparando il decreto". Il Senato ha bocciato sia la legge anti-shutdown sostenuta dal presidente sia quella dei democratici

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un piano per porre fine allo shutdown, scavalcando il Congresso. E`questa, secondo la CNN, l'intenzione del presidente statunitense Donald Trump che sta preparando una bozza di proclamazione dello stato di emergenza nazionale al confine col Messico ed ha individuato oltre 7 miliardi di dollari da destinare alla costruzione del muro. Nessuna decisione in merito, però, è ancora stata presa.

 

Le rivelazioni della CNN seguono le decisioni prese giovedì dal Senato americano, a maggioranza repubblicana, che ha bocciato la legge proposta dai democratici per mettere fine allo shutdown e finanziare il Governo sino all'8 febbraio. Poco prima non era passata neppure una differente proposta del Grand Old Party (prevedeva i 5,7 miliardi di dollari chiesti da Trump per il muro col Messico ma avrebbe avuto bisogno anche di alcuni democratici per raggiungere il quorum previsto di 60 voti). A questo punto la situazione è di stallo.

Lo shutdown - il blocco parziale delle attività dell'amministrazione statunitense - per il secondo mese consecutivo lascerà 800'000 dipendenti federali senza stipendio. La speranza della Casa Bianca è che ora si apra uno spiraglio per arrivare a un compromesso, con i democratici. Questi ultimi - pur non arretrando di un millimetro sul "no" al muro - per la prima volta sono arrivati a mettere sul piatto fino a 5,7 miliardi di dollari per la protezione del confine col Messico, esattamente la cifra chiesta da Trump.

ATS/M. Ang.

Il 35esimo giorno di shutdown

Il 35esimo giorno di shutdown

TG 12:30 di venerdì 25.01.2019

 

Condividi