Un edificio distrutto nel centro di Kharkiv, nell'est dell'Ucraina
Un edificio distrutto nel centro di Kharkiv, nell'est dell'Ucraina (keystone)

Ucraina, la situazione sul terreno

Kiev invia rinforzi a Severodonetsk, sempre bombardata dalle forze di Mosca. Droni ucraini colpiscono una raffineria nella Russia meridionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'esercito ucraino sta inviando rinforzi militari a Severodonetsk, la città del Donbass che la Russia sostiene di aver accerchiato e continua a bombardare. È quanto ha reso noto un fotografo indipendente che si è di recente recato sul posto al seguito delle forze di Kiev. Il reporter ha ripreso soldati mentre combattevano fra le rovine della zona industriale o attraversavano a bordo di un gommone il fiume Donets.

 

La settimana scorsa Mosca ha lanciato un ultimatum ai militari ucraini trincerati nell'agglomerato, intimando loro di arrendersi dopo la distruzione dell'ultimo ponte sul fiume che collega Severodonetsk ai territori controllati dall'Ucraina. La Russia si è posta l'obiettivo di assumere il controllo dell'intero territorio di Lugansk e Donetsk, le due province in parte controllate dai separatisti filorussi che costituiscono la regione del Donbass. Intanto le forze russe stanno avvicinandosi sempre più a Lysychansk, la città gemella di Severodonetsk, dove più di 1'300 combattenti, fra soldati ucraini e volontari stranieri, sono stati circondati. Sensibili sarebbero però le perdite fra i filorussi.

Intanto una delle maggiori raffinerie della Russia meridionale è in fiamme, dopo essere stata colpita da alcuni droni ucraini. Il sito industriale appartiene ad una società legata a Oksana Marchenko, la moglie dell'oligarca ucraino filorusso Viktor Medvedchuk, che attualmente è agli arresti in Ucraina accusato di alto tradimento. Secondo le autorità locali il successivo incendio non avrebbe causato vittime e sarebbe stato spento verso la fine della mattinata. Si teme ora che un'intensificazione degli attacchi in territorio russo possa complicare ulteriormente le consultazioni in atto sullo sblocco dei porti sul Mar Nero.

Le forze russe continuano nel frattempo a sferrare attacchi in vari punti dell'Ucraina. Colpi di mortaio, si è appreso nelle ultime ore, hanno ucciso alcune donne all'ingresso di un palazzo in un villaggio della regione di Kharkiv. A Mykolaiv invece, nel sud dell'Ucraina, un lancio di missili ha distrutto due scuole, causato la morte di almeno una persona, e il ferimento di altre due.

 
Condividi