Il presidente al-Sisi è certo dell'approvazione popolare del suo pacchetto di riforme (Reuters)

Un referendum per al-Sisi

Egiziani al voto al fine di confermare il pacchetto di riforme già approvato dal Parlamento e che darà poteri speciali al presidente

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si vota da sabato mattina alle 9.00 in Egitto (stessa ora in Svizzera) per il referendum confermativo chiamato ad avallare le modifiche costituzionali approvate martedì dal Parlamento, che consentono al presidente Abdel Fattah al-Sisi di restare in carica fino al 2030.

 

Le urne rimarranno aperte per tre giorni, cioè fino a lunedì. Un risultato positivo è scontato dato che praticamente non c'è quorum e per renderlo valido basta la partecipazione di appena il 5% degli aventi diritto.

Il Parlamento ha approvato il pacchetto di riforme con 531 voti a favore, 22 contrari e un astenuto, sostenendo che il capo dello Stato avrà così il tempo utile per proseguire le riforme economiche e sociali impostate dopo le due rivoluzioni egiziane: quella del 2011 che depose Hosni Mubarak e quella "popolar-militare" che portò alla caduta di Mohamed Morsi, espressione della Fratellanza musulmana.

A guidare l'abbattimento di Morsi fu proprio l'allora capo di Stato maggiore e maresciallo di campo al-Sisi, le cui riforme conferiscono ora poteri pure di nominare alti giudici e aggirare eventuali veti giudiziari ai suoi decreti.

Egitto alle urne

Egitto alle urne

TG 12:30 di sabato 20.04.2019

 
ATS/Reuters/AFP/EnCa
Condividi