Josep Borrell, Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri
Josep Borrell, Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri (Keystone)

Una tregua umanitaria per Gaza

L’UE chiede un cessate il fuoco per portare aiuti alla popolazione - Prosegue il lancio di razzi e i bombardamenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Unione Europea chiede un cessate il fuoco immediato tra israeliani e palestinesi per proteggere i civili e permettere l'accesso degli aiuti umanitari alla Striscia di Gaza. È la posizione uscita dalla riunione urgente dei ministri degli affari esteri dell'UE, che ha avuto l'appoggio di tutti i Paesi, Ungheria esclusa.

Josep Borrell, Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri, ha condannato il lancio di missili da parte palestinese e riconosciuto il diritto di Israele di difendersi, sottolineando però che la risposta deve essere proporzionata.

 

Sul terreno proseguono intanto gli scontri: Hamas ha lanciato altri razzi dalla Striscia e l’esercito israeliano ha proseguito gli attacchi a quelli che definisce obiettivi militari. Dall’inizio degli scontri sono 213 i palestinesi uccisi a Gaza, mentre i missili hanno causato la morte di 12 israeliani.

Un palestinese è morto e altri 70 sono rimasti feriti in Cisgiordania in scontri con l’esercito. Due militari israeliani sono stati colpiti alle gambe da spari.

 
ATS/sf
Condividi