Papa Bergoglio con il monaco Bhaddanta Kumarabhivamsa
Papa Bergoglio con il monaco Bhaddanta Kumarabhivamsa (©Keystone)

"Uniti contro l'odio"

Il Papa ha parlato davanti al consiglio supremo dei buddisti del Myanmar

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Non possiamo rimanere isolati gli uni dagli altri. Se siamo chiamati ad essere uniti, come è nostro proposito, dobbiamo superare tutte le forme di incomprensione, di intolleranza, di pregiudizio e di odio", ha dichiarato mercoledì Papa Francesco davanti al consiglio dei buddisti del Myanmar.

Bergoglio ha ricordato la pazienza e gli sforzi necessari per "guarire le ferite dei conflitti che nel corso degli anni hanno diviso i popoli di diverse culture, etnie e convinzioni religiose". Sforzi che, ha poi rimarcato "non sono mai solo prerogative di leader religiosi, né sono di esclusiva competenza dello Stato".

La non-rabbia insegnata dal Budda è stata evocata dal Papa, citando i valori della pazienza, della tolleranza e il rispetto della vita.

ATS/MABO

 

Myanmar, il Papa celebra la messa

Myanmar, il Papa celebra la messa

TG 12:30 di mercoledì 29.11.2017

Condividi