Venezia deserta

Il coronavirus ha letteralmente svuotato le piazze, i canali e i vicoli della città d’arte italiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Canali, vicoli, piazze, monumenti, arte e musei: tutto affollato da migliaia di persone provenienti da tutto il mondo. È questa l’immagine che affiora alla nostra mente quando pensiamo a Venezia, almeno fino a qualche mese fa. Sì, perché quella città d’arte stracolma di turisti, tanti da spingere le autorità comunali ad installare dispositivi per limitarne l’accesso ad alcune aree in caso di sovraffollamento, non esiste più. Almeno non per ora.

Infatti, le misure imposte dal Governo italiano, per fare fronte all’emergenza sanitaria causata dal nuovo coronavirus, che saranno in vigore fino al 4 maggio, hanno letteralmente svuotato la città lagunare. E benché rimanga meravigliosa da ammirare anche senza gente, vederla vuota non fa lo stesso effetto.

AFP/PSo
Condividi