I membri del Consiglio federale sono eletti da Consiglio Nazionale e Consiglio degli Stati riuniti in plenaria.
I membri del Consiglio federale sono eletti da Consiglio Nazionale e Consiglio degli Stati riuniti in plenaria. (Keystone)

Ecco come si elegge il Consiglio federale

Chiunque abbia la cittadinanza svizzera e il diritto di voto può entrare nel Governo, ma come funziona? Domande e risposte

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Come funziona l’elezione di un Consigliere federale? Ecco una guida con domande e risposte per spiegare uno dei momenti chiave della vita politica della Confederazione.

Chi elegge un Consigliere federale o una Consigliera federale?

Il Consiglio federale viene eletto dall’Assemblea federale, formata dal Consiglio Nazionale e dal Consiglio degli Stati riuniti in sessione plenaria. L'elezione di un nuovo Consigliere o di una nuova Consigliera federale avviene di norma nella prima sessione utile dopo le dimissioni di un membro in carica (o se il posto diviene vacante).

Chi può essere eletto o eletta in Consiglio federale?

Per essere eletti o elette nel Governo elvetico bisogna avere la cittadinanza svizzera e il diritto di voto. Non è necessario essere formalmente candidato o candidata e non è nemmeno necessario trovarsi già in una delle Camere federali.

Si possono cumulare altre cariche elettive o lavorare altrove?

I Consiglieri e le Consigliere federali non possono né esercitare un’altra funzione al servizio della Confederazione o di un Cantone, né continuare ad avere un’altra attività lucrativa.

Come si elegge un nuovo membro del Consiglio federale?

L’Assemblea federale si esprime con scrutinio segreto. Nei primi due turni, chiunque sia eleggibile può ricevere voti; chi ne incassa meno di 10 viene escluso dal secondo turno in poi. A partire dal terzo turno non sono più ammessi nuovi nominativi; se nessuno ottiene la maggioranza assoluta, il candidato o la candidata con il minor numero di voti viene escluso/a dal turno seguente.
Si continua a votare finché un candidato o una candidata non ottiene la maggioranza assoluta, ovvero almeno la metà dei voti validi espressi più uno (sono quindi escluse le schede bianche e quelle considerate nulle).
Se devono essere assegnati più seggi vacanti, è determinante l'ordine di anzianità di servizio del membro uscente.
Le schede di voto vengono distrutte dopo lo scrutinio.

Come si rinnova il Consiglio federale in blocco?

Si procede ogni quattro anni con lo stesso metodo usato per l’elezione di un nuovo membro, ma partendo dai Consiglieri e dalle Consiglieri in carica, procedendo per ordine di anzianità nella prima sessione che segue le votazioni federali. Una volta eletti i sette membri, si procede alla scelta del o della Presidente e del vice per l’anno successivo.

Per quanto tempo resta in carica un Consigliere o una Consigliera federale?

Il mandato è quadriennale, senza limiti di rinnovo.

Cosa succede se un candidato o una candidata si ritira prima o durante lo scrutinio?

La votazione avviene comunque e la persona interessata risulta comunque eleggibile. Può rifiutare l’elezione, come chiunque venga eletto, e di conseguenza si deve procedere con una nuova elezione.

Cos'è la "Notte dei lunghi coltelli"?

È quella che precede l'elezione e in cui fervono gli ultimi contatti fra i partiti per perfezionare strategie e accordi, o magari anche per... tendere imboscate a candidati o candidate che si vogliono eliminare dai giochi. Una fama di notte che è essenzialmente da ricondurre a ciò che si verificò nel 2007, quando un'intesa fra PS e PPD portò alla estromissione di Christoph Blocher dal Consiglio federale e alla sua sostituzione con Eveline Widmer-Schlumpf.

Esiste una ripartizione fissa in Consiglio federale?

No, non è prevista una ripartizione fissa né per quanto riguarda l’appartenenza politica, né per la provenienza geografica o la lingua madre. Dovrebbe essere l’Assemblea federale a garantire un’equa rappresentanza nel Governo. Solitamente il partito di un membro uscente si organizza per proporre una rosa di candidati e candidate in occasione dell’elezione e mantenere il seggio, ma altri schieramenti possono proporre propri candidati e candidate e pure riuscire a farli o farle eleggere, come la storia anche recente ha dimostrato.

Cos'è la "formula magica"?

1959, nasceva la "formula magica"

1959, nasceva la "formula magica"

Telegiornale 19:45, 31 gennaio 1989

 

Come fa un eletto o un’eletta ad accettare la carica?

La dichiarazione avviene davanti all’Assemblea federale. In caso affermativo, si procede con la formula preferita:

Formula di giuramento:
Giuro dinnanzi a Dio onnipotente di osservare la Costituzione e le leggi e di adempiere coscienziosamente gli obblighi inerenti al mio mandato.

Formula di promessa solenne:
Prometto di osservare la Costituzione e le leggi e di adempiere coscienziosamente gli obblighi inerenti al mio mandato.

Il nuovo candidato UDC

Il nuovo candidato UDC

TG 12:30 di mercoledì 19.10.2022

 
civi
Condividi