Tutta una vita alla guida (4)

Quarta puntata della serie dedicata alla figura della guida alpina. Con Tiziano Schneidt scopriremo lo scialpinismo e il Passo Grandinagia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono le 8.30 quando ci incontriamo ad Airolo, un ritrovo tardivo per una gita scialpinistica, ma non oggi. Tiziano Schneidt, guida alpina, in questa giornata d’inizio inverno ci porterà infatti alla scoperta del Passo Grandinagia, in Val Bedretto. Il versante è quello esposto a nord, quindi la luce e l’irradiamento solare in questo periodo dell’anno sono molto limitati, riducendo anche alcuni rischi. E poi, guida docet, con il calcolo giusto dei tempi ci siamo potuti godere qualche raggio di sole in parte della discesa.

In questa quarta puntata di “Tutta una vita alla guida”, la serie di Nonsoloroccia su RsiNews dedicata alla figura della guida alpina a sud delle Alpi, parleremo proprio di scialpinismo, l’attività capostipite di tutte quelle sulla neve, che negli ultimi anni sta vivendo una vera e propria rinascita.

 

Per Tiziano esser guida è una passione, oltre che una professione, a cui ne coniuga una seconda non proprio strettamente correlata: il dentista.

Scopri lo scialpinismo e la quotidianità di Tiizano nel reportage.

Appuntamento a fine febbraio per una nuova attività accompagnati da un altro professionista della montagna.

A maggio 2019 la Confederazione ha adottato la nuova ordinanza sulle attività a rischio, che adegua quella entrata in vigore con la relativa legge nel 2014 e che stabilisce quali offerenti di attività a rischio devono ottenere un’autorizzazione e quali condizioni devono soddisfare. In particolare, per garantire la sicurezza dei clienti, le nuove disposizioni prevedono l’istituzione da parte dei Cantoni di un registro delle guide autorizzate che rispondono agli standard richiesti. Berna ha inoltre incrementato le esigenze per quanto riguarda la professionalità e introdotto norme ISO per la certificazione delle misure di sicurezza nelle ditte.

In Valle Bedretto con le pelli di foca

In Valle Bedretto con le pelli di foca

Il Quotidiano di martedì 28.01.2020

 
Condividi