Tribunale penale federale di Bellinzona (©Ti-Press)

‘Ndrangheta nuovamente in aula

Un 60enne italiano residente nel canton Berna e accusato di essere un intermediario delle cosche calabresi, comparirà davanti al Tribunale penale federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Comparirà oggi, giovedì, al Tribunale penale federale un 60enne italiano residente nel canton Berna. È accusato di essere un intermediario delle cosche. Smerciava armi e droga.

Acquistava e forniva alle cosche calabresi in Italia, armi e munizioni. Pistole, fucili, e anche mitragliatrici. Comprava ingenti quantitativi di marijuana e cocaina, Oltre 20 chili a carico. Aveva addirittura assoldato due uomini armati per la sorveglianza di piantagioni di canapa in terreni agricoli di 7 ettari e mezzo in due comuni del canton Berna.

Sono queste alcune delle accuse a cui dovrà rispondere da questa mattina il 60enne italiano residente oltralpe, da oltre un decennio. Tra i reati a lui contestati, compiuti dal 2003 sino almeno al 2011, ci sono organizzazione criminale, ricettazione, infrazione alla legge federale sulle armi, sviamento della giustizia.

Secondo la procura federale, era un intermediario in Svizzera della ‘ndrangheta. Procurava anche ai membri dell’organizzazione criminale alloggio in alcuni alberghi elvetici. Era un vero e proprio messaggero di alcuni membri di spicco della 'ndrangheta della Locale di Giussano e Seregno, in Lombardia a pochi chilometri dal Ticino.

Il 60enne si spostava anche in Italia dove partecipava alle riunioni in cui si tenevano riti di affiliazione e dove si organizzavano gli affari criminali. A fare il suo nome sono stati due pentiti, due boss, finiti nelle maglie dell’antimafia di Milano nel 2012, nella vasta operazione denominata “Ulisse” coordinata all’epoca dalla procuratrice Ilda Boccassini. In quel caso finirono in manette 37 persone. Ora, il processo in Svizzera. La sentenza verrà pronunciata in data da definire.

Mattia Pacella

'Ndrangheta, nuovo processo in Svizzera

'Ndrangheta, nuovo processo in Svizzera

TG 12:30 di giovedì 30.08.2018

Condividi