Cancro, gli ospedali si alleano (creative commons)

Cancro, gli ospedali si alleano

Le strutture universitarie vogliono offrire le stesse terapie delle case farmaceutiche a un costo molto più basso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli ospedali universitari svizzeri in futuro vogliono trattare i pazienti oncologici con le proprie terapie cellulari, dimostrando così alle case farmaceutiche che i costi possono essere di gran lunga più bassi. Lo riporta la NZZ am Sonntag, precisando che gli enti hanno creato una piattaforma comune con questo scopo.

Novartis, ad esempio, chiede 300'000 franchi per una terapia cellulare contro varie forme di leucemia. Un costo che non tutte le casse malati sono disposte ad assumersi. Ma secondo gli ospedali, si potrebbe offrire lo stesso trattamento a un prezzo di 150-200'000 franchi, senza far ricorso alle case farmaceutiche.

Alcuni progetti sono già in corso negli ospedali universitari di Losanna e Berna, mentre in autunno sarà la volta di Basilea. Il direttore del centro oncologico del CHUV di Losanna si dice convinto che il futuro delle cure delle patologie tumorali risiede nella terapia cellulare e le ricerche cliniche si annunciano molto promettenti.

Terapie cellulari a minor costo

Terapie cellulari a minor costo

TG 12:30 di domenica 28.07.2019

 
ATS/eb
Condividi