Canicola in carcere

I detenuti della prigione di Champ Dollon nel canton Ginevra devono stare in celle con temperature che salgono fino a 37 gradi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Svizzera è stata investita dalla terza ondata di grande caldo di quest’anno. A Ginevra oggi sono stati superati addirittura i 38 gradi. Le alte temperature colpiscono tutti. Ma il problema si fa sentire ancora di più per chi vive in una struttura sovraffollata, come per esempio i detenuti del carcere di Champ Dollon, proprio nel canton Ginevra.

"Noi famigliari siamo preoccupati. I carcerati stanno soffocando. Non c’è aria in celle che li ospitano 23 ore su 24. Pare che là dentro le temperature salgano fino a 37 gradi", racconta Sandra, il cui compagno è da tre mesi a Champ Dollon.

Ognuno si arrangia come può. "Mettono le lenzuola umide sui vetri, coprono le finestre, hanno messo panni umidi anche sui ventilatori, insomma adottano delle strategie", prosegue.

Le celle non si possono filmare, ma la direzione garantisce che sta facendo il possibile. "Fra le misure che abbiamo preso, c’è un frigorifero e dei contenitori per l'acqua del rubinetto in ogni cella. In questo modo l’acqua fresca è sempre a disposizione", spiega Claude Bettex, direttore della prigione.

TG-redMM
Condividi