Preoccupazione
Preoccupazione (keystone)

"Ci vogliono più vaccinati"

Lo dice Alain Berset in vista dell'inverno e della nuova variante della Delta. Nessun allentamento in Svizzera. Messa in guardia in caso di bocciatura della legge Covid

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In vista della variante della Delta, che risulta più contagiosa, il tasso di vaccinazione del 71% in Svizzera è troppo basso. Per questo motivo Alain Berset afferma che l’unica via percorribile per contrastare il virus è puntare sul maggior numero di immunizzati.

Il ministro della sanità propone quindi di aumentare l’uso di centri di vaccinazione mobili, soprattutto nelle piccole città. I medici in pensione, ha affermato in un’intervista con i giornali del gruppo CH-Media, potrebbero assumersi il compito di trattare complicazioni molto rare. Le chiese e le associazioni potrebbero organizzare eventi informativi.

I dettagli dell'
I dettagli dell'"offensiva vaccinale"

Berset per ora non prevede allentamenti e mette in guardia su una bocciatura alle urne della legge Covid (28 novembre).

Viaggi più complicati

Non solo il certificato ne sarebbe interessato, ma anche gli aiuti per i lavoratori autonomi, i dipendenti, le imprese, per la cultura, lo sport o gli asili nonché i regolamenti come l'esenzione dei vaccinati dall'obbligo di quarantena. Inoltre, verrebbe a mancare anche la base legale per il sistema dei certificati dalla prossima primavera.

Tutto ciò non significa che gli svizzeri non potrebbero più viaggiare all'estero, ma sarebbe molto più complicato perché non potrebbero più utilizzare il certificato e dovrebbero accettare delle restrizioni nel paese di viaggio.

 
ATS/AlesS
Condividi