Erano in isolamento dal 31 gennaio (Reuters)

Coronavirus, svizzeri presto a casa

I cinque confederati usciranno dall'isolamento francese la prossima domenica. Intanto, Swiss sospende i voli fino al 28 marzo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È terminato il periodo di quarantena per alcuni degli stranieri evacuati dalla Cina e trattenuti in Francia a causa dell'epidemia di Coronavirus in Cina. Tra questi ci sono anche cinque cittadini svizzeri dichiarati sani che erano tra le 181 persone che dal 31 gennaio si trovavano in isolamento a Aix-en-Provence, nei pressi di Marsiglia.

 

Dovrebbero uscire dal centro la prossima domenica e avrebbero dichiarato di voler rientrare utilizzando il bus messo a disposizione dal Dipartimento federale degli affari esteri.  Le prime persone rientrate con i voli organizzati dalla Francia hanno iniziato a lasciare un secondo centro, a Carry-le-Rouet.

Intanto, la compagnia di bandiera Swiss ha deciso giovedì di prolungare lo stop dei voli verso Pechino e Shanghai fino al 28 di marzo. È quanto ha indicato in un tweet.

Questo significa che la sospensione dei collegamenti da e per la Cina varrà fino al termine dell'orario invernale. Oltre a questo, Swiss ridurrà le proprie capacità per quanto riguarda i voli da e verso Hong Kong.

I passeggeri toccati da questa decisione potranno prenotare gratis un altro volo oppure semplicemente annullare lo spostamento. La decisione odierna vale anche per Lufthansa e Austrian Airlines, quest'ultima come Swiss controllata dal vettore tedesco.

 
ATS/AnP
Condividi