La banca ha risposto tramite una nota (Keystone)

Credit Suisse si difende

L'istituto di credito, nell'occhio del ciclone per questioni ambientali, ha sottolineato il suo impegno per contrastare il riscaldamento climatico

Dopo le parole di Roger Federer, anche Credit Suisse si è espresso sulla questione ambientale che l'ha visto coinvolto negli ultimi giorni. In una nota, l'istituto di credito ha ricordato che già un mese fa aveva annunciato di non finanziare più lo sviluppo di nuove centrali a carbone e che la sua strategia prevede la concessione di crediti solo per quelle attività che rispettano gli obiettivi posti dall'accordo di Parigi sul clima.

La banca ha poi sottolineato di supportare i suoi clienti nella transizione verso modelli d'affari più sostenibili e ha inoltre evidenziato di aver ridotto del 60% le proprie emissioni di CO2 negli ultimi dieci anni. Credit Suisse, infine, sostiene di avere a cuore la questione e di avere tutte le intenzioni di combattere il riscaldamento climatico.

FD/RG
Condividi