Crisi energetica, obiettivo
Crisi energetica, obiettivo "non raggiunto" (keystone)

Crisi energetica, obiettivo "non raggiunto"

Il Consiglio federale puntava a una riserva idroelettrica di almeno 500 gigawattora per l'inverno e ne ha acquisiti 400

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'obiettivo del Consiglio federale di disporre di 500-600 gigawattora di riserve idriche nelle dighe tra il 1° dicembre 2022 e il 15 maggio 2023 per evitare interruzioni di corrente in inverno non è stato raggiunto, avverte la SonntagsZeitung.

Il Governo federale è riuscito ad acquisire una riserva idroelettrica di 400 gigawattora per circa 300 milioni di euro. Si tratta di una riduzione di oltre il 20% rispetto a quanto previsto.

 

Il fatto che l'azienda energetica argoviese Axpo, che ha ottenuto un credito d'emergenza di 4 miliardi di franchi dal Governo federale, non abbia partecipato alla creazione della riserva idroelettrica è uno shock per l'industria elettrica svizzera.

ATS/Swing
Condividi