Un aereo della Luftwaffe è stato respinto da Mosca (keystone)

Difficoltà in vista per i rimpatri

Gli svizzeri in partenza da Wuhan sono attesi nella notte in Francia. Negato ai tedeschi l'atterraggio intermedio a Mosca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli sforzi del Dipartimento federale degli affari esteri volti ad organizzare la partenza dei cittadini svizzeri dalla provincia cinese di Hubei stanno dando i loro frutti: i connazionali che desiderano lasciare la Cina potranno prendere posto su un aereo partito sabato e che dovrebbe far ritorno nel sud della Francia durante la notte su domenica.

Svizzeri da rimpatriare

Svizzeri da rimpatriare

TG 20 di venerdì 31.01.2020

 

Al loro arrivo tutti coloro che avranno accolto l'offerta di rimpatrio, probabilmente una dozzina, saranno sottoposti a quarantena. Gli svizzeri registrati in Cina, attualmente, sono 4'112 e la maggior parte di loro vive a Hong Kong.

Mosca nega l'atterraggio alla Luftwaffe

A Mosca intanto le autorità aeroportuali rendono noto di aver negato il permesso d'atterraggio all'aereo della Luftwaffe tedesca partito sabato da Wuhan con a bordo 144 persone desiderose di lasciare il paese: 108 tedeschi, 34 cinesi, un bulgaro e uno statunitense. I piani dell'operazione di rimpatrio erano che l'Airbus A310 sarebbe atterrato a Mosca per le operazioni di rifornimento e di ricambio dell'equipaggio, ma l'aviazione militare tedesca ha dovuto cambiare i suoi piani, chiedendo e ottenendo il permesso di atterraggio ad Helsinki.

ATS/mpe
Condividi