Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (keystone)

Documenti federali tradotti anche in Italia

L’amministrazione si avvale anche di soggetti esterni e in questi anni contratti per vari milioni di franchi sono stati stipulati all'estero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dal 2007, la legge obbliga i dipartimenti federali e la Cancelleria a veicolare le informazioni in tutte le lingue nazionali. Per farlo, l’amministrazione impiega traduttori,ma dato che i servizi della Confederazione sono spesso sotto pressione, Berna deve affidarsi anche a soggetti esterni. Questi, rileva il SonntagsBlick, non sono sempre basati in Svizzera.

Stando ai dati diffusi dal domenicale, per esempio, la Cancelleria ha concluso - per opere di traduzione richieste dal Dipartimento federale delle finanze – contratti con ditte di Roma e Modena per un valore che oscilla tra 750'000 e 1,2 milioni di franchi. In totale, all’estero Berna ha fatto tradurre materiale tra il 2019 e il 2021 per un valore di 4,2 milioni.

In caso di sovraccarico, spiega la Cancelleria, ci si rivolge a terzi e “conformemente alla legge, non si possono fare distinzione tra traduttori in Svizzera e quelli residenti all’estero per l’attribuzione dei mandati”.

La questione, conclude il giornale, potrebbe tuttavia approdare presto in Parlamento.

Una carriera nella traduzione

Una carriera nella traduzione

Il Quotidiano di sabato 30.07.2022

 
ludoC
Condividi