Quando c'è da attribuire una promozione, la scelta ricade spesso sui loro colleghi uomini (keystone)

Donne penalizzate sul lavoro

Stando a uno studio dell'Università di San Gallo, solo il 15% delle lavoratrici qualificate può accedere ai piani alti dell'azienda

Le donne, anche se altamente qualificate, hanno difficoltà a raggiungere i vertici della propria azienda. È quanto rivela uno studio dell’Università di San Gallo e dell’associazione professionale Advance che si fonda sui dati anonimi di 240'000 dipendenti, di cui più di 70'000 occupano cariche fra i quadri.

Solo il 15% delle lavoratrici ottiene un ruolo da top manager. Stando al rapporto pubblicato martedì, quando si tratta di attribuire una promozione la scelta ricadrebbe spesso sugli uomini a causa di aspettative stereotipate sui ruoli di genere.

Tuttavia, tra i quadri di livello inferiore, quasi un terzo è di sesso femminile, un segnale giudicato positivamente tenendo conto del fatto che nei prossimi 10-15 anni fino al 40% dei dirigenti maschi dovrà andare in pensione.

ATS/MarGù

Condividi