Tesserina AVS (keystone)

Fino a 240 franchi in più per le donne

Il Consiglio degli Stati ha approvato un modello per compensare con l'AVS le conseguenze dell’innalzamento dell’età pensionabile – Berset: “Giusta direzione, ma serve di più”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Fino a 240 franchi al mese in più per le donne con salari bassi che andranno in pensione nei 9 anni successivi l'entrata in vigore della riforma dell'AVS. Lo ha deciso questa mattina per 27 voti contro 15 il Consiglio degli Stati, seguendo la linea commissionale maggioritaria, che in questo modo vuole evitare di penalizzare le prime donne toccate dal previsto aumento dell'età della pensione a 65 anni.

Il modello sostenuto dalla Camera alta è più generoso rispetto a quello del Nazionale: ad avere diritto alle compensazioni sarebbero 9 classi di età, con 100 franchi al mese in più per tutta la vita per chi percepisce salari alti, 240 franchi per quelli più bassi. In “soldoni” significa che in pratica circa un terzo dei 10 miliardi che si prevede di risparmiare con l’innalzamento dell’età pensionabile delle donne andrebbero riversati in queste compensazioni.

“È il prezzo politico da pagare – ha affermato in aula Peter Hegglin dell’Alleanza di Centro – per uscire dal vicolo cieco in cui da anni si trova la riforma del primo pilastro”. Una linea sposata anche dal Consiglio federale, con Alain Berset che ha ribadito come il governo abbia sempre detto che per riuscire a fare una riforma ci vogliono delle misure di compensazione solide in grado di raccogliere il sostegno della maggioranza dei cittadini.

Berset ha definito il modello approvato dagli Stati “un importante passo nella direzione giusta, ma non ancora sufficiente.” Il ministro della socialità si attende infatti ulteriori adeguamenti durante l’iter parlamentare.

La parola torna ora al Consiglio nazionale, che si era già espresso a favore di un periodo di transizione limitato a sei anni (la minoranza del Consiglio degli Stati proponeva invece di conteggiarne 7). Ad avere l'ultima parola saranno in ogni caso i cittadini.

AVS, si torna a discutere agli Stati

AVS, si torna a discutere agli Stati

TG 12:30 di martedì 14.09.2021

AVS, primo sì alle compensazioni

AVS, primo sì alle compensazioni

TG 20 di martedì 14.09.2021

 
RG-Serena/dielle
Condividi